La nostra storia



Dall’ idea dei due fratelli Carlo e Teodoro Alberti nasce, nel 1953, Alberti Ca D’or; azienda di carattere artigianale che operava nell’ambito mobiliare.

In origine l’ebanisteria produceva semplici tinelli in legno nel laboratorio di Bovisio Masciago, successivamente l’evoluzione della produzione nel campo di mobili su misura si estese a tutti gli ambienti della casa.

Nel 1966 venne cambiato il nome in Alberticasador, mantenendo i principi saldi dell’azienda, la qualità del prodotto e la gestione famigliare.

Dal 1969 la famiglia Alberti è specialista nel settore dei mobili per cucina.

Nel 1978 Alberticasador, diventò un’azienda industriale e si trasferì a Limbiate in un nuovo stabilimento con un ampliamento dell’area espositiva.

L’azienda si propone sul mercato offrendo un prodotto personalizzato, caratterizzato da finiture accurate e lavorazioni altamente qualificate.



Timeline

Qui di seguito potrete trovare alcune immagini delle nostre cucine storiche.

1950

Prime cucine all’ “americana”

Prime cucine all’ “americana” cioè dotate di elettrodomestici incorporati e componibili. Finiture in laminato plastico con inserti in legno palissandro di Rio. Prima lavastoviglie a colonna con porta in vetro.
No Tags
No Categories
1960

Inserimento della pensilatura alta

Evoluzione della componibilità degli elementi con inserimento della pensilatura alta. Elettrodomestici coordinati con primo forno dotato di scaldavivande. Materiali in laminato plastico monocolore, zoccolatura e maniglie in massello di legno. Una novità dell’ epoca è il tavolo a scomparsa estraibile.

No Tags
No Categories
1970

Novità nelle forme, nei materiali e nei contenuti

Decennio ricco di novità nelle forme, nei materiali e nei contenuti. Cucine in laminato con maniglie in alluminio a barre, primi piani di lavoro in laminato termocurvato. Compaiono le cucine con ante in legno dall’ estetica squadrata con le aperture a pressione senza maniglie. I contenitori interni si ampliano con estraibili e cestelli con diverse funzioni.

No Tags
No Categories
1980

Colori pastello e non solo

In questo periodo la ricerca del colore è predominante dalle tonalità pastello a quelle più decise del rosso, del blu; anche il legno esprime la voglia di colore con il rosso del legno paduk.

Nuove introduzioni di materiali per i piani di cucina realizzati in straticolor plastico e granito. Al termine degli anni 80 la cucina viene molto vissuta con attrezzature a vista, si arricchisce così d’elementi a giorno, portacoltelli, barre appenderia, cassettini portarotoli ecc..

No Tags
No Categories
1990

Sobrietà ed eleganza

Cucine con linee sobrie ed eleganti. Composizioni importanti ove nulla è lasciato al caso ed ogni elemento ha una funzione: cassettoni, dispense, taglieri, accessori per lavelli, portabottiglie, portacoltelli, vetrine.

La cappa ha in questo periodo un nuovo valore estetico e spesso è l’oggetto protagonista della cucina. Il legno ha una nuova veste con le laccature che lo sovrastano, ma lasciano vedere le sue venature.

No Tags
No Categories
2000

Nuova visione degli spazi

Cucina che propone una nuova visione degli spazi contenitivi. Il tradizionale pensile viene sostituito da elementi con ante scorrevoli poste nel retro piano, compaiono gli armadi contenitori e l’isola centrale diventa il fulcro del locale. Il vetro usato come piano di lavoro appare come novità nei materiali.

No Tags
No Categories
2010

Luminosità ed essenzialità

Essenzialità, rigore e luminosità sono le sensazioni espresse da questa cucina. Il laccato bianco effetto seta abbinato alla solidità dell’ acciaio ed all’igienicità del laminato sono i materiali che compongono questo prodotto.

In questi anni predomina l’elettrodomestico in acciaio ed il frigorifero è preferibilmente esterno. La macchina del caffè ora ha una sua collocazione ad incasso nella colonna.

No Tags
No Categories